28 maggio 2020

Cambia la tua vita con l’educazione finanziaria spiegata da Milena Bardoni, Family Banker di Banca Mediolanum attraverso le pagine di iODonna

Pubblicato in: Vademecum

“Metti in conto la serenità: conversazioni per i tuoi progetti di vita”: una vera e propria “road map” per districarsi nel mondo della finanza. La meta? Raggiungere un importante traguardo: il consolidamento dell’educazione finanziaria, indispensabile per realizzare i progetti di vita e generare benessere e serenità.

A fornire alcuni suggerimenti è Milena Bardoni, Family Banker di Banca Mediolanum e Relatrice Faculty alla Mediolanum Corporate University. Dal 14 marzo al 9 maggio la Family Banker ha accompagnato le lettrici del settimanale iODonna (Corriere della Sera) in un percorso formativo, presentando con chiarezza i comportamenti virtuosi che si possono adottare a tutela delle proprie finanze.



Donne e denaro, una relazione complicata

Il rapporto tra donne e denaro è complesso, soprattutto nel nostro Paese. A causa di assegni pensionistici mediamente molto più bassi di quelli degli uomini e di una scarsa gestione del risparmio, le italiane rischiano di sopravvivere al proprio denaro. Complice un’aspettativa di vita più lunga rispetto alla popolazione maschile.

Come evitarlo? Iniziando a gestire fin da subito il binomio risparmio-tempo di vita, con strategie di risparmio e investimento efficaci e innovative. Per ottenere risultati apprezzabili occorre infatti discostarsi dalle logiche seguite in passato, in quanto gli attuali scenari economico-finanziari sono molto più fluidi e complessi rispetto agli anni passati.

L’invito che Milena Bardoni rivolge alle donne è quindi di “diventare protagoniste, profondamente protagoniste delle scelte finanziarie”, adottando un nuovo modo di intendere il risparmio. E iniziando a vedere il denaro non come un valore a sé stante, ma come uno strumento su cui puntare per “realizzare i grandi progetti di vita”.



Partire dal risparmio per realizzare grandi progetti

Il passo iniziale? Mettere il risparmio in primo piano. Il suggerimento della consulente finanziaria è di impostare il proprio stile di vita secondo la formula: “redditi - risparmio = consumi”. L’opposto di quanto avviene normalmente. La maggior parte delle persone tende infatti ad accantonare la differenza tra redditi e consumi (senza concentrarsi sul risparmio), seguendo lo schema: “redditi - consumi = risparmio”.

Milena Bardoni propone quindi un capovolgimento esistenziale, in cui sono i consumi ad adeguarsi al risparmio, e non viceversa. Un metodo che è molto più di un programma di accantonamento e che parte dagli obiettivi di vita, risparmiando poi il denaro necessario a realizzarli. La consulente lo definisce “la formula matematica della felicità”.



Fare budgeting per risparmiare in modo smart

Nella gestione del denaro, spiega Milena Bardoni, “la parola chiave è budgeting”. Il modello è identico a quello adottato dalle aziende per budget preventivo e consuntivo, e prevede una pianificazione efficiente di entrate ed uscite.

La prima cosa da fare è definire il bilancio dell’anno passato consultando l’estratto conto, per constatare, numeri alla mano, quanto e come si è speso. Un metodo infallibile per acquisire consapevolezza dell’effettiva entità delle spese, nell’ottica di una migliore gestione del denaro.

Una volta fatto il punto della situazione, vanno messe a budget delle quote precise per ogni area di spesa (casa, salute, tempo libero, ecc.). Ci sono strumenti operativi che possono aiutare a rispettare le soglie di spesa (come Excel e Kakebo), ma la consulente finanziaria parla chiaro: “il rigore quando si inizia a fare budgeting è cruciale, come seguendo una dieta: se si sgarra già il primo mese è finita”.



Proteggersi dai grandi rischi e indebitarsi con criterio per tutelare famiglia e patrimonio

Il risparmio è fondamentale, ma non basta a garantirci un futuro sereno. E infatti, dopo aver approfondito come risparmiare in modo organizzato per realizzare importanti obiettivi, Milena Bardoni affronta sulle pagine di iODonna altri due temi fondamentali dell’educazione finanziaria: la protezione dai grandi rischi e l’indebitamento.

Tra i grandi rischi contro cui tutelarsi si evidenziano morte e invalidità permanente. Il tema è delicatissimo ma va comunque affrontato, perché questi eventi possono mandare all’aria tutti i nostri progetti, oltre a destabilizzare l’equilibrio familiare. “Single e persone con famiglia ancora non assicurati – spiega Milena Bardoni – potrebbero trovare in una polizza una risorsa cruciale per proteggere la complessiva solidità dell’esistenza”.

Una possibile soluzione è rappresentata dalle assicurazioni e la logica è semplice: sottoscrivi una polizza e trasferisci i rischi a un terzo. Ma attenzione, prima di sottoscriverne una bisogna valutare diversi aspetti: chi e cosa proteggere, per quanto tempo e per quale importo.

Quanto all’indebitamento, ci vuole buon senso, perché si rischiano brutte sorprese. Ci sono casi in cui la sottoscrizione di un prestito o un mutuo è più che appropriata, ovvero per obiettivi particolarmente importanti, da raggiungere nel breve termine e che “riverberano sulla famiglia una profonda serenità”. L’esempio classico è l’acquisto della casa.

Nello spazio di una vita, un prestito dovrebbe servire per soddisfare gli obiettivi immediati, quelli per cui, insomma, non c’è tempo per accumulare” sintetizza Milena Bardoni. Sconsigliato invece indebitarsi per mantenere inalterato lo stile di vita a fronte di una riduzione del reddito. È molto meglio ridurre i consumi.



Investimenti e previdenza, guai a perdere tempo

Le tappe conclusive della guida finanziaria stilata da Milena Bardoni per iODonna toccano due temi caldi, previdenza e investimenti. Questioni da affrontare fin da subito, nella prospettiva di costruirsi un futuro il più possibile solido e sereno, soprattutto se si è donne.

Sì, perché (vale la pena ribadirlo) la popolazione femminile vive più a lungo, ma in condizioni economiche peggiori rispetto agli uomini. La soluzione? “Uscire da questa malattia del nostro tempo che è il presentismo a tutti i costi e, invece, portare la mente ad affacciarsi sui futuri scenari della nostra esistenza, anche se sembrano lontani”.

Per quanto riguarda la previdenza, le opzioni sono diverse: fondi pensione, polizze, fondi finanziari, ecc. Ma più che lo strumento è determinante il fattore tempo, prima si inizia meglio è. Non solo perché una volta raggiunta l’età della pensione si avrà una maggiore quota di risparmio, ma anche perché nel frattempo avremo sfruttato le crescite dei mercati.

Passando infine al capitolo investimenti, sono tre i pilastri su cui si regge una strategia efficace: sicurezza, aspirazione e potenzialità. Sicurezza perché prima di iniziare ad investire è necessario garantirsi un certo livello di stabilità, ad esempio creando una riserva sul conto con cui affrontare eventuali imprevisti (inclusi quelli con un grande impatto sui bilanci familiari).

L’aspirazione invece riguarda la pianificazione dei progetti che si intendono realizzare. Ne vanno calcolate accuratamente le spese, per compiere poi gli investimenti corrispondenti. Il denaro rimanente viene accumulato per accrescere la ricchezza (ovvero la potenzialità) che probabilmente non spenderemo noi, ma lasceremo ai figli.

Tante le ragioni per fare propri i consigli di Milena Bardoni, ma una, in particolare, dovrebbe rapire l’attenzione di ogni donna. A spiegarla è la stessa Private Banker: “libertà e empowerment passano necessariamente dall’autonomia finanziaria”.




Qui puoi trovare gli articoli del settimanale iODonna

● Ora il risparmio è un gioco da ragazze
● Il risparmio è tutto
● Il mio bilancio, il mio benessere economico
● Così proteggi te stessa e chi ami
● Mutui e rate: fa' la cosa giusta
● Io e la mia pensione: il futuro è adesso
● Investire denaro per la tua felicità in 8 step
● Va' dove ti porta l'educazione finanziaria


AVVERTENZA LEGALE: questo è un foglio di informazione aziendale con finalità promozionali che riflette le analisi, effettuate da Banca Mediolanum, sulla base dell’attuale andamento dei mercati finanziari il cui contenuto non rappresenta una forma di consulenza nè un suggerimento per gli investimenti.

NOTA DI REDAZIONE : gli argomenti sono frutto di elaborazione interna.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.
Le informazioni riportate non devono essere intese come una raccomandazione, diretta o indiretta, o un invito a compiere una particolare operazione. Per verificare le soluzioni più adatte alle tue esigenze e adeguate al tuo profilo di investitore rivolgiti sempre al tuo Family Banker.